Ascorbati Minerali o Vitamina C “tamponata”

Crediti Immagine a Dermolife

Ascorbati come Integratori

Gli ascorbati vengono definiti come “Vitamina C tamponata” perché la Vitamina C è acida e fastidiosa per i soggetti che soffrono di gastriti o irritazioni del tratto gastro-intestinale, per questo con l’aggiunta di bicarbonati si ottengono composti ascorbati di vitamina C “tamponata”, ovvero meno acida.

Ma che cosa significa “tamponare un acido”?

In chimica il contrario di acido è basico. Per misurare l’acidità di una sostanza si usa il PH come unità di misura.

Il pH è la scala di misura dell’acidità o della basicità di una soluzione acquosa. Si misura mediante cartine tornasole immerse nel nostro cosmetico. Il colore ottenuto dovrà essere confrontato con quello riportato sulla scala di riferimento disegnata sulla confezione. In alternativa, potete usare anche un misuratore di ph digitale. Convenzionalmente, il pH di soluzioni acquose assume valori compresi fra 0 (massima acidità) e 14 (massima basicità).

Tamponare un acido in chimica, significa spegnerlo, piu’ tecnicamente rendere un acido piu’ basico. Per fare ciò si usano dei bicarbonati, appunto per “tamponare”
Nel caso della vitamina C, essendo un po’ acida per chi non la tollera, può aggiungere un pizzico di bicarbonato di sodio o di potassio per spegnere l’acido, oppure seguire le giuste proporzioni che seguono piu’ avanti nei vari tipi di ascorbato.

I sali di ascorbato tendono infatti a essere meglio tollerati a livello gastrico rispetto al corrispondente acido ascorbico puro, che risulta debolmente acido.

Alle persone che assumono dosi molto elevate di vitamina C e che soffrono di acidità di stomaco, viene quindi normalmente consigliato di orientarsi verso gli ascorbati minerali.
Gli ascorbati minerali sono spesso raccomandati alle persone che soffrono di disturbi gastrointestinali (disturbi di stomaco o diarrea) quando assumono grandi dosi di acido ascorbico.

Sembra tuttavia che ci siano poche ricerche scientifiche per supportare o confutare l’osservazione empirica secondo la quale gli ascorbati minerali sarebbero meno irritanti per il tratto gastrointestinale.

La scelta del minerale associato alla vitamina C andrebbe effettuata in base alle specifiche esigenze dell’utilizzatore. I cosiddetti Ascorbati sono un gruppo di sali dell’Acido Ascorbico (vitamina C). 

Gli Ascorbati minerali (es. ascorbato di potassio, sodio ascorbato, magnesio ascorbato ecc): meno acidi rispetto all’acido ascorbico puro, hanno il vantaggio (o lo svantaggio) di apportare una certa quantità di minerali oltre alla vitamina C.

Esempi di ascorbati minerali includono:

    • Ascorbato di sodio (E301)
    • Ascorbato di calcio (E302)
    • Ascorbato di potassio (E303)
    • Ascorbato di magnesio

Produzione

Gli ascorbati minerali si ottengono facendo reagire l’Acido Ascorbico con carbonati minerali in soluzioni acquose, scaricando l’anidride carbonica, essiccando il prodotto di reazione e polverizzandolo.

Gli ascorbati minerali si possono ottenere per via estemporanea anche in casa.

Ad esempio, aggiungendo acqua in un bicchiere contenente bicarbonato di potassio e acido ascorbico puro si svilupperà la seguente reazione:

  • KHCO3 + C6H8O6 → C6H7KO6 + H2O + CO2

Otterremo quindi l’ascorbato di potassio (C6H7KO6) e una leggera effervescenza per lo sviluppo di anidride carbonica (CO2).

L’Ascorbato di Sodio (Sodio Ascorbato) è una forma particolare di vitamina C, in cui l’Acido Ascorbico si trova salificato con il Sodio.

La formula molecolare di questo composto chimico è C6H7NaO6.

Ogni grammo di Ascorbato di Sodio apporta:

  • 889 mg di acido ascorbico
  • 111 mg di sodio

Industrialmente, l’ascorbato di sodio viene prodotto sciogliendo l’acido ascorbico in acqua e aggiungendo una quantità equivalente di bicarbonato di sodio.

Dopo l’interruzione dell’effervescenza, l’ascorbato di sodio viene precipitato mediante aggiunta di isopropanolo, quindi essiccato e macinato.

È quindi possibile preparare in casa l’ascorbato di sodio aggiungendo in un bicchiere d’acqua una certa quantità di vitamina C pura (acido-L-ascorbico) insieme a un’analoga quantità di bicarbonato di sodio.

Il rapporto è di 9/1, ovvero su 9 grammi di AA si aggiunge 1 grammo di Bicarbonato di sodio.

Oppure lo trovate già pronto in capsule o in polvere su Prinfit:

Ascorbato di sodio Prinfit in polvere

Usa il codice sconto: Vitamineral

spedizione gratuita

 


Ascorbato di sodio Prinfit in capsule

Usa il codice sconto: Vitamineral

spedizione gratuita

 


L’Ascorbato di Magnesio è un sale ottenuto dall’unione tra Acido L-ascorbico (vitamina C) e Magnesio Carbonato leggero.

Un grammo di Magnesio Ascorbato apporta:

  • 936 mg di vitamina C
  • 64 mg di magnesio Carbonato

Ad esempio, l’ascorbato di calcio potrebbe essere utile per soggetti vegani o donne in menopausa, mentre gli ascorbati di potassio e magnesio potrebbero essere adatti a pazienti con problemi di ipertensione.

La scelta dell’ascorbato di magnesio al posto della normale vitamina C può essere adatta per donne con problemi di sindrome premestruale, o per pazienti che soffrono di emicrania, ipertensione, crampi muscolari o diabete. Consultare il medico.


Preparazione pratica dell’Ascorbato di Magnesio

Affinché la reazione avvenga completamente l’acido ascorbico dev’essere presente in proporzioni di circa 4,2 volte la parte di magnesio carbonato. Quindi se abbiamo 420mg di vitamina C la quantità di magnesio carbonato dovrà essere di almeno 100mg.
Se si mette più magnesio carbonato si avrà semplicemente un eccesso di tale reagente, per cui si otterrà tutta la vitamina C trasformata in ascorbato di magnesio + una certa quota residua di magnesio carbonato tal quale.
Se invece si mette meno magnesio carbonato, si avrà una parte di vitamina C trasformata in ascorbato di magnesio ed una parte residua di acido ascorbico non salificato.

In pratica si può preparare l’ascorbato di magnesio diluendo i due elementi in 1/2 o 1 litro di acqua e berlo in giornata, tenendolo sempre al riparo dalla luce (nel frigo è buio ad esempio)
Scegliete le dosi in base al vostro fabbisogno personale e tenendo conto che il Carbonato di Magnesio non è il migliore come biodisponibilità per assorbire Magnesio, ma in questo caso è molto utile per rendere l’acido ascorbico meno acido e comunque non esagerare con il magnesio in quanto potrebbe portare anche a fenomeni di mobilità intestinale fino a diarrea perché l’intestino elimina la quantità in eccesso ed essenso un sale va dosato.
quindi

  • Carbonato di Magnesio leggero – 2 cucchiaini colmi (1,2 grammi circa)
  • Acido ascorbico – 2 cucchiani rasi (5 grammi circa)

Per l’ascorbato di Magnesio come preparazione da fare a casa, abbiamo trovato parecchie informazioni discordanti, la piu’ attendibile sembra essere quella di 4/1 come rapporto, ma per ovviare a dubbi e indecisioni e non volendo cimentarsi in preparazioni improvvisate e poco utilizzabili, consiglio di acquistare ascorbato di Magnesio già pronto

ecco alcuni esempi


L’ascorbato di sodio

Cos’è l’ascorbato di sodio

L’ascorbato di sodio è il sale di sodio dell’acido L-ascorbico. Pertanto, è anche noto come L-ascorbato di sodio. La formula chimica di questo composto è C6H7O6N/A. La massa molare di ascorbato di sodio è 198,106 g/mol. Questo composto si trova anche negli agrumi e nelle verdure.

L’ascorbato di sodio appare come minuscoli cristalli o una polvere di colore da bianco a giallo pallido. È un composto inodore. A 218oTemperatura C, questo composto si decompone. L’ascorbato di sodio è un additivo alimentare approvato. È anche un composto vitaminico idrosolubile ed è probabilmente il migliore e sicuramente il meno costoso degli ascorbati minerali per l’integrazione regolare a dosi relativamente elevate (6 grammi o più al giorno).

Molti medici e pazienti temono il dosaggio regolare di sodio, tuttavia, a causa della lunga ammonizione medica per ridurre al minimo l’assunzione di sodio, specialmente per i pazienti ipertesi e con insufficienza cardiaca.
In effetti, il cloruro di sodio (sale da cucina) è noto da tempo per facilitare la ritenzione idrica (aumento del volume del plasma), uno stato che aggrava direttamente l’ipertensione e l’insufficienza cardiaca.

Tuttavia, sembra che solo il sodio provochi una significativa ritenzione di liquidi quando somministrato con l’anione cloruro.
Il sodio quando somministrato con anioni citrato, ascorbato o bicarbonato non sembra influenzare negativamente l’ipertensione o aumentare il volume del sangue.

A causa di questi risultati, è stato suggerito direttamente che il concetto diipertensione “dipendente dal sodio” dovrebbe essere cambiato in
ipertensione “dipendente dal cloruro di sodio”
(Kurtz e Morris, 1983; Kurtz et al., 1987).

Aneddoticamente, non ho mai trovato dosi di più grammi di ascorbato di sodio che influenzano negativamente la pressione sanguigna o lo stato del volume del sangue.
Tuttavia, poiché sembrano sempre esserci eccezioni a ogni regola in biologia, chiunque si accorga di elevate pressioni ematiche o edema alla caviglia dopo alte dosi di ascorbato di sodio sarebbe probabilmente consigliato di integrare con una diversa forma di vitamina C.


A cute little girl in a lap coat and bow tie plays with beakers to learn about science. She is focused on what she is doing.

ATTENZIONE a tutti i principianti

Se non vi stentite in grado di fare preparazione degli ascorbati in casa a partire dalle materie prime, prima di cimentarvi in “piccoli chimici” considerate l’opportunità molto piu’ comoda e sicura di acquistare gli Ascorbati nelle forme già pronte e disponibili sul mercato sia polveri, che capsule e compresse.

Ecco alcuni esempi

  • Ascorbato di Sodio Si trova già pronto in polvere, ma si può fare anche in casa aggiungendo 1 parte di Bicarbonato di Sodio su 9 parti di Acido Ascorbico in acqua. (Tenere la soluzione al buio e lontana da fonti di calore, consumare in giornata, non usare contenitori ed utensili di metallo)
  • Ascorbato di Potassio – Usato piu’ per facilitare l’assorbimento di Potassio a livello cellulare che per una integrazione sostenuta di vitamina C. Assieme al Ribosio, fa parte del Metodo Pantellini usato in Terapie Oncologiche Integrate. Se si utilizza Ascorbato di Potassio si può eventualmente aggiungere a parte altra Vitamina C per implementarne l’integrazione visto che sull’Ascorbato di Potassio la vit C è in piccole quantità.
  • Ascorbato di Magnesio – E’ una ottima forma di integrazione di vit C tamponata dal Carbonato di Magnesio indicata per chi soffre di gastrite e reflussso. Si trovano poche aziende che lo producono ed è molto caro, ma si può preparare a casa di volta in volta e tenuta la soluzione al buio. Ci si deve procurare L’Acido Ascorbico in Polvere e il Magnesio Carbonato. In parte, è anche una integrazione minima di Magnesio.
  • Ascorbato di Calcio – E’ la formulazione che va a comporre la famosa C-Ester che viene indicata, come miglior assorbibilità di Vitamina C, ma non si sa se a torto o a ragione. Sicuramente questi tipi di formulazione riducono l’acidità dell’Acido Ascorbico. Ma consiglio altri ascorbati, per cui non ho fatto la ricerca dell’integratore.

 


Liberatoria (Disclaimer)

Dichiarazione di non responsabilità: questo articolo non è destinato a fornire consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Vitamineral non si assume responsabilità per la scelta degli integratori proposti eventualmente nell’articolo.


image_pdfsalva articolo in PDFimage_printstampa articolo o scarica contenuti