RIBES NIGRUM, l’Antinfiammatorio naturale

Il Ribes Nero, arbusto dalle bacche nere, ha conosciuto alterna fortuna in fitoterapia: oggetto di semplici citazioni fino al XVIII secolo, raggiunge la fama di “panacea universale” in un trattato di P. Bailly da Montaran (1712). Secondo questo autore, il Ribes sarebbe capace di guarire febbri, pesti, ittero, calcolosi e piaghe.

Caduto in oblio per tutto il 1800, questa pianta riacquistò notorietà all’inizio del XX secolo, per le sue proprietà diuretiche ed antireumatiche, fino a divenire la
“perla della gemmoterapia per la sua fondamentale attività anti-infiammatoria.

Il Ribes Nero (Ribes nigrum) è un arbusto deciduo caratterizzato dalla corteccia liscia, con un’altezza che può raggiungere anche i due metri.

Il Ribes Nero è conosciuto soprattutto per i suoi frutti: piccole bacche nere globose ricche di semi, che generalmente compaiono nei  mesi di agosto e settembre.

Diffuso originariamente nel territorio Europeo e Asiatico, il Ribes Nero, in particolare i suoi frutti, è stato da sempre utilizzato per le proprietà toniche e rinvigorenti, nonché antiossidanti.

Il ribes nero è attualmente noto come un frutto sano e viene utilizzato per preparare vari cibi e bevande, come marmellate e succhi di frutta. È usato anche per estrarne un olio ricco di vitamina E e acidi grassi insaturi, tra cui acido alfa-linolenico e acido gamma-linolenico.

Solo in epoche recenti si è potuta apprezzare l’attività biologica delle foglie di ribes, caratterizzate dalle ottime proprietà diuretiche e depurative, nonché antinfiammatorie.

Proprietà:

Il gemmoderivato è ottenuto dalla macerazione di gemme fresche di Ribes Nigrum. Esso è utilizzato per prevenire o inibire l’infiammazione, indipendentemente dal fatto che l’agente eziologico sia meccanico, chimico, immunologico o infettivo.

Induce un’ampia e complessa gamma di modificazioni funzionali con una spiccata attività sulla corteccia surrenalica.

Sperimentalmente agisce sui granulociti eosinofili.

Indicazioni:

  • Sindromi infiammatorie generali e locali, soprattutto a livello respiratorio, digestivo e urinario.
  • Sindromi allergiche in generale.
  • Oculorinite allergica stagionale.
  • Asma bronchiale.
  • Tonsilliti e/o rinofaringiti recidivanti.
  • Orticaria, edema di Quincke.
  • Sindromi febbrili influenzali.
  • Sindromi cefalalgiche, in particolare cefalea vasomotoria.
  • Cisti ovarica, fibromioma uterino.
  • Ipotensione arteriosa.

Modalità di prescrizione:

Prescrivere Ribes Nigrum 1DH, 50 gocce, 2 o 3 volte al di, oppure in somministrazione unica, al mattino al risveglio, in un po’ d’acqua, un quarto d’ora prima di colazione.
Associare uno o più fitoterapici o gemmoderivati, in base alla sindrome da trattare.

In particolare nelle sindromi influenzali sono utili complementari Alnus glutinosa e Betula pubescens, somministrati in alternanza (100 gocce ogni 2 ore).

Tratto dal libro di Fitoterapia e Gemmoterapia di Bruno Brigo


Ribes Nigrum Gemmoderivato di Ecosalute

 

Ottieni lo sconto tramite link o con codice: Vitamineral

 

 

Principi attivi

Le ottime proprietà biologiche del Ribes Nero, nonché le relative ripercussioni cliniche, hanno spinto ricercatori di tutto il mondo a caratterizzarne la composizione e soprattutto a individuare i principi attivi in esso contenuti.

Grazie all’ausilio di nuove tecnologie e di metodi di valutazione sempre più sensibili e precisi, si è potuto ottenere un elenco abbastanza forbito di principi attivi presenti nelle foglie e nei frutti del Ribes Nero:

  • Protoancioanidine;
  • Flavonoidi;
  • Acidi Fenolici tra cui acido gallico, acido salicilico, acido caffeico, acido cinammico e acido cumarinico;
  • Vitamina C;
  • Aminoacidi essenziali come l’Arginina, la Prolina, La Glicina e l’Alanina;
  • Numerosi enzimi digestivi;
  • Oli essenziali costituiti da monoterpeni, sesquiterpeni e monoterpenoli;
  • Carotenoidi;
  • Polisaccaridi;
  • Fibre;
  • Sali minerali
  • Acido gamma-linolenico (GLA)

La ricchezza e la varietà biologica dei principi attivi spiegherebbero quindi le numerose virtù terapeutiche e biologiche del Ribes Nero.

I frutti di ribes nero sono ricchi di vitamina C (da 50 a 280 mg per 100 g di frutto o 300 mg/100 ml di succo), che insieme all’alto contenuto di flavonoidi ne rafforza la capacità antiossidante e aumenta il potenziale per promuovere benefici per la salute.

Usi e Proprietà

I dati che emergono dagli studi dimostrano la potenziale efficacia del Ribes Nero come:

  • Antiossidante. Gli studi condotti hanno dimostrato come i numerosi antiossidanti, presenti sia nei frutti che negli estratti delle foglie, possano proteggere strutture e tessuti, soprattutto quelli cardiovascolari, dall’azione lesiva delle specie ossidanti.
  • Immunostimolante. Uno studio su adulti anziani sani ha dimostrato che l’olio di semi di ribes nero ha potenziato il sistema immunitario 2.
  • Antinfiammatorio. Estratti di Ribes Nero, utilizzati anche a dosaggi relativamente bassi, si sono rivelati efficaci nel ridurre le concentrazioni ematiche di citochine infiammatorie, rappresentando un ottimo alleato terapeutico in tutti quei disturbi associati a flogosi.
  • Antireumatico. In uno studio clinico che è stato realizzato su pazienti con artrite reumatoide, i ricercatori hanno studiato l’effetto dell’olio di ribes nero assunto per 6 settimane; i risultati sono stati i seguenti: attenuazione della rigidità mattutina nel gruppo sperimentale e riduzione dei mediatori proinfiammatori 3.
    In un altro studio, dopo 24 settimane di trattamento con olio di semi di ribes nero, i sintomi della malattia nei pazienti con artrite reumatoide sono stati ridotti 4.
  • Protettore cardiovascolare. L’elevato contenuto di antiossidanti da un lato, nonché la naturale attività antinfiammatoria dall’altro, potrebbero garantire un imponente attività preventiva in ambito cardiovascolare, soprattutto per pazienti ad elevato rischio di  infarti, patologie vascolari e cardiopatie in genere.
  • Protettore della vista. L’elevato contenuto di carotenoidi, antociandine e Vitamina C spiegherebbe il ruolo protettore nei confronti della retina espletato dal Ribes Nero. La sua efficacia è stata studiata in corso di glaucoma, invecchiamento precoce della retina e altre patologie oftalmologiche 5.
    Queste proprietà sembrano dovute principalmente agli antociani del ribes nero. In uno studio, gli antocianosidi di ribes nero alla dose di 50mg hanno avuto effetti protettivi sulla vista di 12 soggetti sottoposti a condizioni di affaticamento visivo 6.
    Un altro studio di due anni, ha scoperto che gli antociani del ribes nero hanno contribuito a ridurre la perdita della vista e a migliorare il flusso sanguigno agli occhi nei pazienti con glaucoma 7.
  • Tonico. Differenti studi, nonché gli usi tradizionali, sostengono l’attività antifatica del Ribes Nero, garantendo da un lato una miglior ossigenazione muscolare e dall’altro contrastando il danno ossidativo che si osserva durante l’esercizio fisico o l’impegno muscolare in genere.

Alle suddette attività si aggiunge la potenziale utilità del Ribes Nero nella gestione di patologie respiratorie, allergie, patologie dermatologiche, fatica cronica, patologie autoimmunitarie, artriti e reumatismi.

Benefici per la Pelle

Ribes e Protezione Solare

Negli ultimi anni, agli usi tradizionali riservati al Ribes Nero se ne è aggiunto uno molto importante legato alla medicina antiaging in generale e alla cosmetologia antiaging nello specifico.

Le medesime attività descritte in precedenza, classicamente sfruttate come metodo preventivo soprattutto in ambito cardiovascolare, risultano potenzialmente utili ed efficaci anche in ambito dermatologico e cosmetologico.

Ad esempio, l’intensa attività antiossidante espletata dal Ribes Nero potrebbe rivelarsi utile nella protezione cutanea dal danno ossidativo indotto dalle radiazioni UV.

In questo senso, l’opportuna integrazione con estratti a base di Ribes Nero, potrebbe potenziare sensibilmente le difese antiossidanti organiche e cutanee, riducendo gli esiti dermatologici legati all’eccessiva esposizione agli UV.

Di conseguenza, i principi attivi dotati di potere antiossidante, potrebbero nel lungo periodo contrastare anche gli effetti tipici del photoaging, promuovendo così un miglior stato di salute cutanea.

Ribes e Dermatite

Interessanti applicazioni potrebbero derivare dall’utilizzo del Ribes Nero come naturale antinfiammatorio. Molte patologie dermatologiche, infatti, sono sostenute dalla persistenza di stimoli flogistici, nonché dalla presenza massiva di citochine infiammatorie.

Numerosi studi hanno dimostrato l’efficacia del Ribes Nero nel ridurre le concentrazioni ematiche dei mediatori della flogosi e contestualmente migliorare la sintomatologia correlata. In questo senso si è potuta caratterizzare al meglio la funzione protettiva del Ribes Nero nei confronti di patologie dermatologiche come l’eczema o la dermatite atopica.

Ashigai et al.(2018) hanno dimostrato l’efficacia dell’assunzione orale di polisaccaridi di ribes nero nella riduzione della disidratazione cutanea causata dalla luce ultravioletta nei topi. Hanno anche osservato riduzioni nei marker di infiammazione 8.

Più recenti sono invece le evidenze, seppure ancora sperimentali, che descriverebbero l’utilità degli estratti di Ribes Nero nel riprogrammare l’attività dei fibroblasti, incrementando la produzione di collagene, elastina, laminina e altre proteine della matrice 9. Questa attività, se confermata, potrebbe rivelarsi particolarmente utile nelle strategie cosmeceutiche ed antiaging.

Olio di Ribes Nero

L’olio di ribes nero (INCI Ribes Nigrum Oil), insieme ad olio di enotera e olio di borragine,  rappresenta una delle poche fonti vegetali di acido gamma-linolenico (GLA).

È inoltre ricco di altri acidi grassi polinsaturi essenziali, quali acido alfa-linolenico, acido oleico e linoleico.

L’olio di ribes nero contiene anche una significativa frazione insaponificabile (1-1,2%), composta principalmente da steroli, idrocarburi (soprattutto squalene), alcoli triterpenici e tocoferoli.

Come fonte di acidi grassi essenziali, l’olio di ribes viene impiegato nella formulazione di creme ad attività idratante, elasticizzante e antiageing.

Il Ribes Nigrum Oil contribuisce al mantenimento dell’integrità della barriera cutanea e attenua i danni cutanei causati dai raggi ultravioletti, dai radicali liberi e dall’invecchiamento cellulare, in virtù delle sue proprietà emollienti e decongestionanti.

Dall’osservazione clinica che soggetti con patologie a livello della cute presentano una ridotta attività dell’enzima delta-6-desaturasi, responsabile della conversione dell’acido linoleico in acido gamma-linolenico (GLA), deriva l’impiego di Ribes Nigrum Oil (ricco di GLA) nel trattamento delle manifestazioni cutanee, quali xerosi, dermatiti e psoriasi.

Non ci sono limiti alle sue concentrazioni di utilizzo, se non quelle legate al suo odore  caratteristico.

Bibliografia

 

Ribes Nigrum Gemmoderivato

Assumere 50 gocce la mattina e altre 50 gocce a distanza dalla prima assunzione. Tenere qualche secondo in bocca per favorirne l’assimilazione sublinguale che ne aumenta l’efficacia. Si consiglia di non assumerlo dopo le 17.00 perché le sue proprietà toniche potrebbero donare vitalità disturbando il riposo notturno.

La confezione è sufficiente per circa un mese e mezzo

Ottieni lo sconto tramite link o con codice: Vitamineral

PROPRIETÀ DEL RIBES NIGRUM

  • E’ in grado di produrre il cortisolo, un ormone fondamentale che supporta l’organismo a reagire alle infiammazioni;
  • Apportare energia e vigore;
  • Utile in caso di allergie, artrosi, epatiti virali, asma, riniti allergiche, sinusiti ed è un prezioso stimolante corticosurrenale;

IL RIBES NIGRUM PUÒ ESSER UTILE IN CASO DI:

  • Allergie, in particolari a pollini e piumini;
  • Orticaria, eczemi e problematiche cutanee;
  • Reumatismi;
  • Processi infiammatori sia generalizzati e locali;
  • Artriti o aretrosi.

 COSA SONO I GEMMODERIVATI

La preparazione dei gemmoderivati è un processo molto delicato.Richiede momenti di raccolta differenti durante l’anno, in base alla pianta e alla parte di essa che deve essere raccolta. La persona che effettua la raccolta deve essere in ottima salute mentre le piante esclusivamente selvatiche o non coltivate con l’utilizzo di diserbanti e pesticidi

Avvertenze:

Prodotto indicato per i vegani. Il prodotto non contiene lattosio e derivati del latte. In caso di gravidanza, allattamento, particolari disturbi o assunzione di farmaci consultare il medico prima dell’utilizzo.
Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Non superare le dosi giornaliere consigliate. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Non superare le dosi consigliate. Conservare in luogo fresco e asciutto. Evitare l’esposizione a fonti di calore localizzate e ai raggi solari. La data di scadenza si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra.

Bibliografia:

Bruno Brigo, L’Uomo, la fitoterapia, la gemmoterapia, Tecniche Nuove, 2003. Dott. Fernando Piterà, Compendio di gemmoterapia clinica, De Ferrari Editore, 2003.



 


Liberatoria (Disclaimer)

Dichiarazione di non responsabilità: questo articolo non è destinato a fornire consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Vitamineral non si assume responsabilità per la scelta degli integratori proposti eventualmente nell’articolo.


image_pdfsalva articolo in PDFimage_printstampa articolo o scarica contenuti

Esegui l'accesso per Commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.