Una cipolla al giorno toglie il medico di torno?

Tratto da Cornel Chronicle

I ricercatori di Cornell ritengono che alcune cipolle abbiano davvero eccellenti benefici anticancro:
Molte cipolle sono piene di sostanze chimiche anti-cancro. Tuttavia, alcune varietà sono particolarmente elevate in questi composti oltre che più efficaci nell’inibire la crescita delle cellule tumorali del fegato e del colon.

Secondo un nuovo studio condotto dagli scienziati dell’alimentazione della Cornell University, guidato da Rui Hai Liu, MD, Ph.D., professore associato di scienze dell’alimentazione, scalogno, cipolle gialle occidentali, gialle pungenti e rosse sono più elevate nelle sostanze chimiche anticancro rispetto ad altre varietà testate.

Professor Rui Hai Liu all’evaporatore rotante, utilizzato per l’estrazione antiossidante. Nel suo laboratorio a Stocking Hall, martedì 28 settembre 2004. (credits to Nicola Kountoupes/University Photography)

Inoltre, Liu ha scoperto che lo scalogno e le varietà di cipolla gialla occidentale e pungente sono particolarmente efficaci contro le cellule tumorali del fegato, mentre le varietà di giallo pungente e gialla occidentale hanno il maggiore effetto sulle cellule tumorali del colon.

“Il nostro studio su 10 varietà di cipolle e scalogni mostra chiaramente che cipolle e scalogni hanno potenti attività antiossidanti e antiproliferazione e che maggiore è il contenuto fenolico e flavonoide totale di una cipolla, più forte è la sua attività antiossidante e l’effetto protettivo”, afferma Liu.

Fenolici e flavonoidi sono tipi di sostanze fitochimiche – sostanze chimiche antiossidanti che proteggono le piante da batteri, virus e funghi. Fenolici e flavonoidi, come altri antiossidanti, aiutano a prevenire il cancro assorbendo i radicali liberi dannosi per le cellule e inibendo la produzione di sostanze reattive che potrebbero danneggiare le cellule normali.
Lo studio del gruppo Liu sulle differenze varietali nel contenuto fenolico e flavonoide e le attività antiossidanti delle cipolle contro le cellule tumorali è online all’indirizzo http://pubs.acs.org/journals/jafcau/index.html.

Lo studio sarà inoltre pubblicato nel numero di ottobre del Journal of Agricultural and Food Chemistry.

Liu ha scoperto che lo scalogno aveva sei volte il contenuto fenolico della varietà di cipolla con il contenuto più basso (Vidalia). Le cipolle gialle occidentali avevano 11 volte più flavonoidi rispetto ai bianchi occidentali, le cipolle con meno flavonoidi.
Utilizzando cellule tumorali del colon trattate con estratti delle 10 varietà di cipolle e scalogni testati, il gruppo Liu ha scoperto che gli estratti di cipolla gialla pungente e gialla occidentale hanno fornito la più forte protezione anti-proliferazione contro le cellule tumorali del colon. Lo scalogno giallo occidentale
ed estratti gialli pungenti hanno fornito la più forte protezione anti-proliferazione contro le cellule tumorali del fegato.

“Le cipolle sono una delle fonti più ricche di flavonoidi nella dieta umana”, sottolinea Liu. “E il consumo di flavonoidi è stato associato a un ridotto rischio di cancro, malattie cardiache e diabete. I flavonoidi non sono solo anticancro, ma sono anche noti per essere antibatterici, antivirali, antiallergici e antinfiammatori ed hanno una potente azione antibiotica.”

Le cipolle sono anche la seconda coltura orticola più importante al mondo, con un valore al dettaglio annuale negli Stati Uniti di oltre $ 3 miliardi, secondo Liu e i suoi coautori:

Jun Yang, uno studente laureato Cornell in scienze dell’alimentazione; Katherine J. Meyers, studentessa universitaria di Cornell in scienze dell’alimentazione; e Jan Van der Heide della Cornell Cooperative Extension della contea di Oswego.

Lo stato di New York è al settimo posto nel volume totale della produzione di cipolle degli Stati Uniti e tre delle quattro varietà con il più alto contenuto fenolico e flavonoide sono coltivate nello stato (giallo pungente, rosso nordico e scalogno).

“Sebbene le cipolle più miti stiano diventando più popolari, le cipolle amare e più pungenti sembrano avere più composti flavonoidi e sembrano essere più salutari”, afferma Liu.

Poiché i ricercatori ora credono che circa un terzo dei casi di cancro potrebbe essere prevenuto dalla dieta, il National Cancer Institute e l’American Cancer Society raccomandano agli americani di consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno. Numerosi altri studi hanno scoperto che i fitochimici e gli antiossidanti sono i prodotti chimici di frutta e verdura che potrebbero essere efficaci contro le malattie cardiovascolari e alcuni tipi di cancro, come il cancro ai polmoni, il cancro alla prostata e il melanoma.
Lo studio è stato finanziato, in parte, dal Dipartimento dell’agricoltura e dei mercati dello Stato di New York.

L’articolo è riprodotto anche sulla pagina del dr Claudio Sauro

Altre vitamine che non si trovano più nella alimentazione vanno integrate.

Please follow and like us:
Pin Share