Acido Alfa Lipoico
Vitamina o acido grasso? Uso e dosaggi

Acido Alfa Lipoico (ALA)

Che cosa è?

Era classificato fra le vitamine finché non si scoprì che veniva prodotto anche dal corpo attraverso altri alimenti (carne e pochi vegetali) e quindi ritenuto non essenziale da integrare, ma ha la peculiarità di stare bene sia in ambiente grasso (liposolubile) che acquoso (idrosolubile), tuttavia si predilige classificarlo come acido grasso, quindi è perfetto per la protezione del tessuto cerebrale.

Poiché l’acido lipoico è in grado di superare la barriera emato-encefalica, è uno dei pochi antiossidanti che possono impedire dall’interno danni cerebrali causati dai radicali liberi. Si ritiene inoltre che contribuisca a rafforzare i legami di connessione tra le cellule nervose e abbia un impatto positivo sulla sensibilità e sul tempo di risposta.

Concetti Chiave su Sintesi e Apporto Alimentare

  • Il corpo umano è naturalmente in grado di sintetizzare acido alfa-lipoico, che si trova anche in una varietà di alimenti ed è disponibile come integratore alimentare.
  • I prodotti di origine animale come carne rossa e frattaglie (rene, fegato, cuore) sono ottime fonti di acido alfa-lipoico, ma lo contengono anche alimenti vegetali come broccoli, pomodori, spinaci e cavoletti di Bruxelles.
  • Detto questo, gli integratori possono contenere fino a 1.000 volte più acido alfa-lipoico rispetto alle fonti alimentari 1.
  • L’acido lipoico supplementare risulta anche maggiormente biodisponibile rispetto a quello contenuto negli alimenti.
  • Un corpo sano produce abbastanza acido lipoico per soddisfare il proprio fabbisogno energetico; pertanto, non vi è alcun requisito giornaliero per questo nutriente.
  • Tuttavia, diverse condizioni mediche sembrano essere accompagnate da bassi livelli di acido lipoico, in particolare diabete, cirrosi epatica e malattie cardiache 2.
  • Inoltre, l’acido lipoico prodotto nel corpo diminuisce con l’età, aumentando la suscettibilità dell’organismo ai danni indotti dai radicali liberi.

Funzioni Importanti dell’Acido Lipoico

  • Agisce come un potente antiossidante sia all’interno che all’esterno delle cellule 3, 2.
  • Elimina diverse specie reattive dell’ossigeno (ROS) 3.
  • Aiuta a rigenerare le vitamine antiossidanti liposolubili e idrosolubili (come le vitamine C ed E) 3, 2.
  • Promuove l’attività di altri antiossidanti, come il glutatione e il coenzima Q10, che sono due composti essenziali anti-invecchiamento che promuovono la salute 4.
  • Migliora il metabolismo degli zuccheri e dei grassi 2.
  • È un cofattore essenziale per gli enzimi respiratori mitocondriali 5. L’acido lipoico esercita un impatto “ringiovanente” sui mitocondri, proteggendoli dai livelli elevati di ROS che producono durante il processo di invecchiamento 6.
  • Ha anche un’azione antinfiammatoria, indipendentemente dalla sua attività antiossidante 2.

Benefici

La liposolubilità dell’acido lipoico rende efficace l’integrazione con questa molecola, grazie all’ottima biodisponibilità e alla possibilità di raggiungere e permeare agevolmente le membrane cellulari.

Al fine di ottimizzarne l’assorbimento intestinale, risulterebbe comunque importante evitare la contestuale assunzione con gli alimenti. Gli integratori di acido lipoico vanno quindi assunti a stomaco vuoto.

Ormai da tempo, l’integrazione con acido alfa lipoico è proposta per:

  • sostenere le difese antiossidanti dell’organismo, contribuendo sia alla rigenerazione di antiossidanti endogeni, sia agendo direttamente da scavanger dei radicali idrossilici;
  • migliorare il profilo lipidemico, sostenendo la funzione protettiva delle lipoproteine HDL e contribuendo così alla protezione dal rischio cardiovascolare;
  • ottimizzare il flusso energetico, migliorando il metabolismo intermedio del glucosio;
  • espletare una funzione neuroprotettiva, evidentemente sulla base del ruolo antiossidante, riducendo così il deterioramento della funzionalità nervosa in alcune patologie ad andamento cronico e degenerativo.

In alcune parti d’Europa, l’acido lipoico è stato approvato come farmaco per il trattamento della neuropatia diabetica. È stato dimostrato che migliora la sensibilità all’insulina e la microcircolazione degli arti, mentre riduce i sintomi neuropatici 3, 7.

ALA Antiossidante e deputato alla produzione di energia

L’acido lipoico è un composto chimico complesso, caratterizzato anche dalla presenza di atomi di zolfo. Tale complessità è strettamente legata alla sua funzione principale, che è quella antiossidante.

L’acido lipoico presenta una duplice funzione, orientata:

  • alla protezione dallo stress ossidativo da un lato;
  • all’ottimizzazione del normale flusso energetico cellulare dall’altro.

L’acido lipoico è infatti in grado di contribuire alle difese cellulari permettendo la rigenerazione di antiossidanti endogeni come la Vitamina E, la Vitamina C e il Glutatione.

In questo modo protegge le strutture cellulari, come membrane plasmatiche, proteine strutturali, enzimi e DNA, dal potenziale danno indotto dalle specie reattive dell’ossigeno.

Occorre poi ricordare la funzione metabolica dell’acido lipoico, che all’interno dei mitocondri interviene nel normale svolgimento di numerose reazioni cataboliche, come la decarbossilazione del piruvato, di derivati aminoacidici o l’avanzamento del ciclo di Krebs.

Dosi e Modo d’Uso

La supplementazione per via orale con acido lipoico si è generalmente rivelata sicura e priva di effetti collaterali a dosaggi normalmente consigliati, ossia compresi tra i 50 e i 600 mg giornalieri.

Una dose orale di 600 mg una volta al giorno sembra fornire il rapporto rischio-beneficio ottimale 48.

Per dosi superiori ai 1200 mg giornalieri si sono documentate reazioni avverse, quali parestesie (formicolii), diarree, crampi addominali, nausea, vomito e incremento delle transaminasi.

Per quanto riguarda il suo uso per periodi prolungati in modo continuativo, esistono studi di due anni di durata in cui non è stato riscontrato alcun effetto negativo significativo.

Tuttavia, nonostante gli indici di sicurezza finora esposti, si consiglia, in presenza di determinati stati patologici o in associazione a terapie farmacologiche, di consultare il medico prima dell’uso.

Alimentazione

L’acido alfa lipoico è prodotto in piccole quantità dal nostro organismo, a livello mitocondriale, partendo da:

  • Acido caprilico (noto anche con il nome di acido ottanoico);
  • L-cisteina.

Gli alimenti che possono apportare questo nutriente sono soprattutto le carni rossi e le frattaglie (come fegato e cuore).
In minore percentuale, l’acido alfa lipoico può essere introdotto con il consumo dicavoli, spinaci, broccoli, carote, patate, barbabietole e lievito di birra.
Ne consegue che una dieta sana, che includa carne e verdure, è un’ottima fonte di questo nutriente.

Integratori Alimentari

Nel corpo umano, la sintesi di acido alfa lipoico diminuisce progressivamente con l’invecchiamento. Al fine di ottenere le giuste quantità necessarie per prevenire e gestire condizioni specifiche, è possibile integrare la dieta con prodotti specifici.

Un integratore alimentare che contenga acido lipoico nella sua formulazione rappresenta un’ottima strategia per tenere sotto controllo i radicali liberi.
Un simile supporto è indicato soprattutto nei periodi di maggiore affaticamento psicofisico.

L’acido alfa lipoico è conosciuto anche per suoi potenziali effetti sul dimagrimento. L’utilizzo di questa sostanza sembra correlare ad un aumento della sensibilità dei tessuti all’insulina, da cui consegue un abbassamento dei livelli ematici di glucosio.

Traducendo, l’acido alfa lipoico sarebbe in grado dipromuovere l’uso dei carboidrati come fonte di energia.


Agisce favorevolmente sul funzionamento di alcuni enzimi coinvolti nei processi metabolici per la produzione di energia.

30 capsule da 450 mg


Acido alfa lipoico – 250mg – 60 caps – Vegan

L’acido alfa lipoico di Now Foods è studiato appositamente per:

  • agire in fase acquosa e lipidica
  • rigenerare altri antiossidanti (in particolare vitamina A, C, E, coenzima Q10)
  • aumentare la produzione e la biodisponibilità del glutatione
  • supportare l’eliminazione dei radicali liberi

Studi clinici suggeriscono che l’acido alfa lipoico (ALA) può essere un valido supporto nel controllare i livelli di zucchero nel sangue, nel ridurre lo stato infiammatorio generale dell’organismo, e nel diminuire lo stress ossidativo naturalmente legato all’età, migliorando la memoria e la salute del cervello.

Assumere 1 capsula al giorno (fuori pasto)


Acido alfa lipoico “R” – 60 caps

  • In forma attiva “R”, la piu biodisponibile
  • Indicato anche per vegetariani e vegani
  • Antiossidante e distruttore di radicali liberi
  • Aiuta le funzioni pancreatiche e i normali livelli di zuccheri nel sangue
  • Supporta i nervi periferici e le funzioni endocrine

2 cps al giorno (lontano dai pasti)


  1. Riferimenti bibliografici
    Golbidi S, Badran M, Laher I., “Diabetes and alpha lipoic Acid”, Front Pharmacol, 2011 Nov 17(vedi fonte)
  2. S. Saboori, E. Falahi, E. Eslampour, M. Zeinali Khosroshahi, E. Yousefi Rad, “Effects of alpha-lipoic acid supplementation on C-reactive protein level: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled clinical trials”, Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases, ìAugust 2018ì(vedi fonte)
  3. Fava A, Pirritano D, Plastino M, “The Effect of Lipoic Acid Therapy on Cognitive Functioning in Patients with Alzheimer’s Disease”, Journal of neurodegenerative disease, 2013 Mar 30(vedi fonte)
  4. Gianturco V, Bellomo A, D’Ottavio E, Formosa V, Iori A, Mancinella M, Troisi G, Marigliano V., “Impact of therapy with alpha-lipoic acid (ALA) on the oxidative stress in the controlled NIDDM: a possible preventive way against the organ dysfunction?”, Arch Gerontol Geriatr. 2009(vedi fonte)
  5. Shay KP, Moreau RF, Smith EJ, Smith AR, Hagen TM.Alpha-lipoic acid as a dietary supplement: Molecular mechanisms and therapeutic potential. Biochimica et biophysica acta. 2009;1790(10):1149-1160. doi:10.1016/j.bbagen.2009.07.026.(vedi fonte)
  6. Gomes MB, Negrato CA.Alpha-lipoic acid as a pleiotropic compound with potential therapeutic use in diabetes and other chronic diseases. Diabetology & Metabolic Syndrome. 2014;6:80. doi:10.1186/1758-5996-6-80.(vedi fonte)
  7. Szeląg M, Mikulski D, Molski M.Quantum-chemical investigation of the structure and the antioxidant properties of -lipoic acid and its metabolites. Journal of Molecular Modeling. 2012;18(7):2907-2916. doi:10.1007/s00894-011-1306-y.(vedi fonte)

 


Liberatoria (Disclaimer)

Dichiarazione di non responsabilità: questo articolo non è destinato a fornire consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Vitamineral non si assume responsabilità per la scelta degli integratori proposti eventualmente nell’articolo.


image_pdfsalva articolo in PDFimage_printstampa articolo o scarica contenuti