Forme di vitamina C a confronto
Quale integratore scegliere?

 

INTEGRAZIONI A CONFRONTO

Vantaggi e svantaggi dell’integratore scelto come supplemento di vitamina C per VIA ORALE.
Prenderemo in esame i principali metodi usati

  • VITAMINA C LIPOSOMIALE,
  • ACIDO ASCORBICO PURO, (A.A.)
  • COMPRESSE DI VITAMINA C DA 1 GRAMMO,
  • ROSA CANINA ed estratti naturali similari

VITAMINA C LIPOSOMIALE

  • Vantaggi
    • Il tipo di lavorazione che racchiude l’A.A. nei Liposomi (molecole di fosfolipidi) permette alla vit C di baypassare l’intestino e quindi ha il vantaggio di non dare problemi di Tolleranza intestinale ed inoltre viene assorbita al 100%.
  • Svantaggi
    • Alti costi.

ACIDO ASCORBICO PURO

  • Vantaggi
    • La polvere di A.A. pura e certificata Ph-Eur garantisce la sicurezza del prodotto e chi ne fa uso sa che può integrarla secondo necessità e dosi variabili ed efficaci.
    • Prezzo vantaggioso ed abbordabile per tutti (dai 10 ai 15-20 € al kilo su internet).
    • Il vantaggio rispetto alle compresse è quello di non ingerire altre sostanze come additivi ed eccipienti.
  • Svantaggi dell’A.A.
    • Poca praticità per via della preparazione rispetto alle altre forme di vit C, ma è un ostacolo piccolo che si supera con la pratica e preparandosi la dose giornaliera in un contenitore adatto (non metalllico) ed opportunamente protetta dalla luce.
    • Rispetto alla vit C liposomiale con l’A.A. abbiamo l’effetto della tolleranza intestinale (che chiamiamo T.I.) la quale si verifica quando superiamo un dosaggio che varia da persona a persona e diverso anche a seconda dello stato di malattia.
    • Assorbimento inferiore rispetto alla vit C Liposomiale

COMPRESSE DI VITAMINA C DA 1 GRAMMO

  • Vantaggi
    • Praticità di uso e di trasporto fuori casa.
  • Svantaggi
    • Le pastiglie di vit C già pronte contengono eccipienti non sempre buoni se ad esempio vuoi assumere 15 grammi di vit C il rapporto degli eccipienti è alto rispetto a prendere un AA puro.
    • Si trovano in commercio solo dosaggi di compresse da 1 grammo, quindi se usi solo questo integratore e ti servono piu’ grammi al giorno in poco tempo hai finito una confezione.
    • Costi più alti.

ROSA CANINA ed estratti naturali similari

  • Vantaggi
    • Essendo estratta la pianta in toto il vantaggio è quello di avere anche altri elementi utili, tipo i Bioflavonoidi, che lavorano in sinergia con la Vitamina C.
  • Svantaggi
    • Non sempre è chiaro il contenuto di vit. C in grammi.

Note Aggiuntive

  • Per quanto riguarda l’estratto di vitamina C da piante come la Rosa Canina e la sua presunta sicurezza dal punto di vista qualitativo, non tutti i prodotti garantiscono una estrazione “veramente naturale”.
  • Studi dimostrano che sia l’AA che i prodotti di origine “naturale” hanno la stessa efficacia.
  • Secondo Linus Pauling ed Abram Hoffer, il contenuto di Bioflavoinoidi e risibile e non è vero che aumentano l’efficacia della Acido Ascorbico.
  • Sfatiamo anche il mito che l’Acido Ascorbico sia di origine sintetica perché in realtà è il prodotto di una fermentazione naturale.

Pertanto la domanda che vi farete adesso sarà: Come usare queste informazioni per fare una corretta integrazione?

Per esperienza riteniamo che il miglior modo di assicurarsi giuste quantità di vitamina C costanti nel tempo e sufficienti a creare lo stato di energia e salute che cerchiamo tutti, sia di:

  • usare principalmente l’Acido Ascorbico puro
  • tenere la vitamina C Liposomiale di scorta in caso sia necessario integrare maggiori quantità di vitamina C e per assicurarsi l’utilizzo totale al 100%,
  • e le compresse quando si va in giro.

Come regolarsi allora? Quanta vitamina C Lipo e quanto AA?

Qui entrano in gioco le vostre possibilità economiche perché in teoria potreste usare solo la Vitamina C Liposomiale, ma in proporzione è piu’ costosa dell’AA.
Per fare una combinazione delle due integrazioni farei così:

  • Cercherei di stabilire prendendo solo l’A.A. qual è il mio punto di T.I.
  • poi sottraggo i grammi di Liposomiale che voglio (e posso permettermi) di usare.
  • È possibile anche associare la Rosa Canina in polvere all’Acido ascorbico o all’ascorbato (AA+bicarbonato).
  • Un’altra variante è usare la polvere di AA a casa e compresse quando si va in giro.

Supplementi DI VITAMINA C

La vitamina C (acido L-ascorbico) è disponibile in molte forme, ma ci sono poche prove scientifiche che una qualsiasi forma sia meglio assorbita o più efficace di un’altra. La maggior parte della ricerca sperimentale e clinica utilizza l’acido ascorbico o il suo sale di sodio, chiamato ascorbato di sodio.

L’acido L-ascorbico naturale e sintetico è chimicamente identico e non ci sono differenze note riguardo alle attività biologiche o alla biodisponibilità (186).

Ascorbati minerali

I sali minerali di vitamina C sono considerati meno acidi della vitamina C e quindi sono considerati “tamponati”. Alcune persone le trovano meno irritanti per il tratto gastrointestinale rispetto all’acido ascorbico. L’ascorbato di sodio e l’ascorbato di calcio sono le forme più comuni, sebbene sia disponibile un certo numero di altri ascorbati minerali. L’ascorbato di sodio fornisce 111 mg di sodio (889 mg di acido ascorbico) per 1.000 mg di sodio ascorbato e l’ascorbato di calcio generalmente fornisce da 90 a 110 mg di calcio (890-910 mg di acido ascorbico) per 1.000 mg di calcio ascorbato.

Vitamina C con flavonoidi

I flavonoidi sono una classe di pigmenti vegetali idrosolubili che si trovano spesso in frutta e verdura ricchi di vitamina C, in particolare di agrumi e bacche.

Ci sono poche prove che i flavonoidi presenti nella maggior parte dei preparati commerciali aumentino la biodisponibilità o l’efficacia della vitamina C (187) . Alcuni, ma non tutti, studi su modelli animali come cavie carenti di vitamina C o ratti geneticamente scorbutici hanno riscontrato un aumento dell’assorbimento di vitamina C nella circolazione periferica e di organi specifici in presenza di flavonoidi. Tuttavia, gli studi condotti sugli esseri umani non hanno rilevato differenze nella biodisponibilità della vitamina C da frutta intera ricca di flavonoidi o succo di frutta e vitamina C sintetica (riveduta nel 186 ).

Vitamina C e metaboliti

Un integratore, l’Ester-C ® , contiene principalmente ascorbato di calcio e include piccole quantità di metaboliti della vitamina C, acido deidroascorbico (acido ascorbico ossidato ), treonato di calcio e tracce di xylonato e lyxonato. Sebbene questi metaboliti abbiano lo scopo di aumentare la biodisponibilità della vitamina C, l’unico studio pubblicato nell’uomo che affronta questo problema non ha rilevato differenze tra l’Ester-C ® e le compresse di vitamina C disponibili in commercio per quanto riguarda l’assorbimento e l’ escrezione urinaria di vitamina C (187) . L’Ester-C ® non deve essere confuso con l’ascorbil palmitato, che è anche commercializzato come “estere di vitamina C”.

Vitamina C Liposomiale

La vitamina C liposomiale è una nuova formulazione che è stata sviluppata dagli scienziati per massimizzare tutti i benefici della vitamina C. Infatti la vitamina C che assumiamo dal cibo o dai normali integratori di vitamina C, viene assorbita solo in piccole quantità dal corpo. E’ dimostrato infatti che buona parte della vitamina C ingerita, essendo idrosolubile, rimane nell’intestino per essere poi eliminata.

La vitamina C liposomiale contiene lo stesso principio attivo dei normali integratori di vitamina C, ma è rivestita da un liposoma, ovvero da una membrana di acidi grassi simile alla membrana fosfolipidica delle cellule del corpo, che permette un eccezionale trasporto e assimilazione. Questa struttura consente infatti alla vitamina C liposomiale di entrare direttamente nella membrana delle cellule della parete intestinale venendo così assorbita rapidamente ed efficacemente, e distribuita attraverso il flusso sanguigno in tutto il corpo. 

Vedi anche nell’articolo Perché gli integratori liposomiali sono quelli a più alto assorbimento.

Studi scientifici hanno valutato che la vitamina C liposomiale aumenta la concentrazione di vitamina C nel sangue del doppio rispetto alla concentrazione ottenibile attraverso integratori o alimenti, in grado di raggiungere concentrazioni di 400 umol/L.

La vitamina C liposomiale offre quindi tutti i benefici della normale vitamina C ad un più alto livello, ovvero in  tempo più breve e con dosaggi inferiori. Ma c’è di più. Infatti grazie all’elevata concentrazione ematica, simile a quella raggiungibile con una iniezione intravenosa di vitamina C, si ottengono benefici unici che non possono essere raggiunti con gli integratori o i cibi a base di vitamina C tradizionale. Per questo possiamo dire che la vitamina C liposomiale ha un elevato e naturale potere terapeutico.

Trova il tuo integratore di Vitamina C

https://www.vitamineral.it/vitamina-c-quale-acquistare


Vitamina C in fiale per via endovenosa

Benefici della Vitamina C

dal sito del Dre Francesco Raggi

La vitamina C, conosciuta anche come acido ascorbico, è un nutriente essenziale che tuttavia non può essere sintetizzato dall’organismo umano e deve essere introdotto o dalla dieta o da integratori. È una vitamina idrosolubile necessaria all’ organismo per sintetizzare il collagene – in grado di rinforzare le ossa, la cartilagine, i muscoli e i vasi sanguigni – necessaria per il corretto funzionamento del sistema immunitario e per favorire l’assorbimento del ferro.
La vitamina C ha molti benefici ed è nota per la sua capacità di agire come agente antiossidante, in grado quindi di rimuovere i radicali liberi, riducendone il danno provocato a livello del genoma. Inoltre, l’utilizzo della vitamina C è stato adottato anche in ambito oncologico, trovando tra i suoi sostenitori più significativi il premio Nobel Linus Pauling e il suo collega Ewan Cameron.

La Vitamina C per via endovenosa viene utilizzata da ormai molti anni negli Stati Uniti di America, in Germania, in Svizzera e in Austria.

Vitamina C endovena: la tecnica

La tecnica prevede l’infusione per via endovenosa di flebo di vitamina C ad alte dosi. Con la normale alimentazione si riescono ad assumere mediamente 60mg di vitamina C, mentre durante la terapia vengono iniettati in vena circa 30.000-100.000 mg di Vitamina C.

La Tecnica prevede una protezione per la soluzione contentente la vitamina C, in quanto la sostanza è fotosensibile e la luce potrebbe ridurne gli effetti. Proprio per questo motivo, utilizziamo specifici materiali monouso che proteggono la vitamina dall’esposizione luminosa.

Il dosaggio della molecola viene stabilito in base al peso e alla problematica specifica del paziente.


Vitamina C naturale o sintetica?

 

Please follow and like us:
Pin Share
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: