Nac nella gestione della Sclerosi Multipla e depressione

Che cosa ha ache fare la NAC con i disturbi della Depressione e della Sclerosi Multipla?

Abbiamo già visto in altri articoli su Vitamineral il potere curativo di questa molecola.

Vediamo ora nel dettaglio questi due studi tradotti:

Effetti della N-acetilcisteina sui biomarcatori dello stress ossidativo, sulla depressione e sui sintomi di ansia nei pazienti con Sclerosi Multipla

Astratto
Obiettivo:

la N-acetilcisteina (NAC), un antiossidante contenente tioli e precursore del glutatione (GSH), attenua lo stress ossidativo e possibilmente migliora i disturbi psichiatrici. Questo studio mirava a valutare gli effetti della NAC orale sullo stress ossidativo, sulla depressione e sui sintomi di ansia nei pazienti con Sclerosi Multipla (SM).

Metodi:

Questo studio clinico è stato condotto su 42 pazienti con SM assegnati in modo casuale ai gruppi di intervento (n = 21) e di controllo (n = 21). Il gruppo di intervento ha ricevuto 600 mg di NAC due volte al giorno per 8 settimane e il gruppo di controllo ha ricevuto un placebo con lo stesso modulo di prescrizione. Su entrambi i gruppi è stata effettuata un’analisi della malondialdeide sierica (MDA), dell’ossido nitrico (NO) e del GSH eritrocitario, insieme ad un emocromo completo. La Hospital Anxiety and Depression Scale (HADS) è stata utilizzata per valutare i sintomi della depressione (HADS-D) e dell’ansia (HADS-A).

Risultati:

Rispetto al gruppo di controllo, il consumo di NAC ha ridotto significativamente le concentrazioni sieriche di MDA (-0,33 [-5,85-2,50] vs. 2,75 [-0,25-5,22] μmol/L; p = 0,03) e i punteggi HADS-A (-1,6 ± 2,67 contro 0,33 ± 2,83; p = 0,02). Non sono stati osservati cambiamenti significativi nelle concentrazioni sieriche di NO, nei livelli di GSH negli eritrociti e nei punteggi HADS-D (p > 0,05).

Conclusioni:

Sulla base dei risultati del presente studio, l’integrazione di NAC per 8 settimane ha ridotto la perossidazione lipidica e migliorato i sintomi di ansia nei pazienti con SM. I risultati sopra menzionati suggeriscono che la terapia aggiuntiva con NAC può essere considerata una strategia efficace per la gestione della SM. Sono necessari ulteriori studi randomizzati e controllati.

FONTE:


N-ACETIL CISTEINA
IN CAPSULE da 600 mg

PRINFIT
PER QUESTO SITO USA IL CODICE SCONTO: VITAMINERAL (-10%) su tutti i prodotti – SPEDIZIONI GRATIS

 


La somministrazione di N-acetil cisteina influisce sul flusso sanguigno cerebrale misurato mediante risonanza magnetica con etichettatura dello spin arterioso in pazienti con Sclerosi Multipla

Astratto
Background:

Lo scopo di questo studio era di esplorare se la somministrazione di N-acetil-cisteina (NAC) in pazienti con Sclerosi Multipla (SM) determinava un’alterazione del flusso sanguigno cerebrale (CBF) sulla base della risonanza magnetica Arterial Spin Labeling (ASL) ( risonanza magnetica).

Metodi:

Ventitré pazienti con SM da lieve a moderata (17 recidivanti-remittente e 6 progressivi primari) sono stati randomizzati a NAC più standard di cura (N = 11) o solo standard di cura (N = 12). Il gruppo sperimentale ha ricevuto NAC per via endovenosa (50 mg/kg) una volta alla settimana e per via orale (500 mg 2 volte al giorno) negli altri sei giorni. I pazienti di entrambi i gruppi sono stati valutati inizialmente e dopo 2 mesi (dal ricevimento della NAC o del controllo in lista d’attesa) con MRI ASL per misurare il CBF. In entrambi i momenti sono stati completati anche questionari sui sintomi clinici.

Risultati:

i dati CBF hanno mostrato differenze significative in diverse regioni del cervello tra cui ponte, mesencefalo, lobo temporale e frontale sinistro, talamo sinistro, lobo frontale medio destro e temporale/ippocampo destro (p < 0,001) nel gruppo SM dopo il trattamento con NAC, se confrontato con il gruppo di controllo. Anche i punteggi auto-riferiti relativi alla cognizione e all’attenzione erano significativamente migliorati nel gruppo NAC rispetto al gruppo di controllo.

Conclusioni:

i risultati di questo studio suggeriscono che la somministrazione di NAC altera il CBF a riposo nei pazienti con SM e questo è associato a miglioramenti qualitativi nella cognizione e nell’attenzione. Alla luce di questi risultati, studi di efficacia su larga scala saranno utili per determinare il potenziale impatto clinico della NAC nel corso della malattia nei pazienti con SM, nonché i dosaggi più efficaci e gli effetti differenziali tra le sottopopolazioni.

FONTE:


ALTRI ARTICOLI SULLA NAC pubblicati su Vitamineral


N-ACETIL CISTEINA
IN CAPSULE da 600 mg

PRINFIT
PER QUESTO SITO USA IL CODICE SCONTO: VITAMINERAL (-10%) su tutti i prodotti – SPEDIZIONI GRATIS

 



Liberatoria (Disclaimer)

Dichiarazione di non responsabilità: questo articolo non è destinato a fornire consulenza medica, diagnosi o trattamento.
Vitamineral non si assume responsabilità per la scelta degli integratori proposti eventualmente nell’articolo.


image_pdfsalva articolo in PDFimage_printstampa articolo o scarica contenuti

Esegui l'accesso per Commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.